L'acquisto di una casa è spesso l'investimento più importante della vita. Verificare la completa regolarità tecnica ed amministrativa e controllare lo stato di fatto dell'immobile è fondamentale per evitare cattive sorprese. Di seguito troverete un elenco di aspetti da controllare prima di formulare una proposta di acquisto.

Si pensa che il coinvolgimento di un'agenzia immobiliare o di un notaio garantiscano un'acquisto regolare. Purtroppo non è sempre così, infatti anche la legge non impone a queste figure la responsabilità sulla effettiva regolarità tecnica ed amministrativa dell'immobile.

Il promissario acquirente prima di formulare una proposta d'acquisto dovrebbe verificare con il proprio consulente di fiducia le caratteristiche ed i documenti dell'immobile. E' paradossale come, in caso di acquisto di un automobile usata si porti il mezzo al proprio meccanico di fiducia, mentre in caso di acquisto di un immobile, che ha un valore ben maggiore, non si faccia lo stesso.

L'acquirente per tutelare il proprio investimento dovrebbe verificare la documentazione prima di firmare la proposta d'acquisto, in particolare, oltre alla documentazione catastale ed ipotecaria, che è facilmente reperibile tramite l'Agenzia delle Entrate, dovrebbe verificare la conformità edilizia-urbanistica tramite l'analisi dei seguenti documenti:

  • Autorizzazione edilizia: licenza edilizia, concessione o permesso di costruire
  • Progetto edilizio collegato all'autorizzazione edilizia
  • Certificato di abitabilità o agibilità

Di solito questi problemi sorgono al rogito grazie a notai scrupolosi che richiedono la verifica della conformità edilizia-urbanistica ma in quel momento le parti hanno già firmato il compromesso e quindi c'è il rischio di entrare in un contenzioso civile. In alcuni casi tuttavia il notaio potrebbe non richiedere questa verifica considerando sufficiente le dichiarazioni delle parti o citando il protocollo di questi documenti senza che un tecnico verifichi l'effettiva corrispondenza con lo stato di fatto.

Il notaio infatti non è obbligato a verificare la regolarità tecnica (edilizia-urbanistica) o se le dichiarazioni del venditore sono veritiere come espresso anche da una recente sentenza della Cassazione 11628/2012. Inoltre il notaio non ha le competenze tecniche per valutare la regolarità urbanistica come ben indicato in questo approfondimento "Il controllo notarile della regolarità urbanistica".

Meglio quindi che le verifiche vengano fatte prima della promessa d'acquisto e comunque prima del compromesso direttamente dall'acquirente con l'ausilio di un consulente esperto in materia edilizia come un architetto o un ingegnere.

Per  richiedere un check up tecnico dell'immobile prima del compromesso contatta This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. Tel. 0915077639